Attrezzature SubBoa e bandiere sub

Bandiera sub

Bandiera subacquea a cosa serve?

Bandierina segnalazione subUna bandiera subacquea serve soprattutto a proteggere i subacquei in alto mare da altre barche o navi di passaggio. Non appena i subacquei sono sommersi, di solito sono invisibili alle altre imbarcazioni. Queste bandiere di avvertimento riducono gli incidenti e mostrano agli altri soggetti che i subacquei si trovano in quest’area.

In molti paesi, l’uso di una bandiera subacquea è previsto dalla legge. Anche se in alcune regioni non esiste una norma di legge, è sempre consigliabile utilizzare una bandiera subacquea in acque molto frequentate. Una bandiera subacquea può essere fissata alla barca stessa o a un oggetto galleggiante sulla superficie dell’acqua, ad esempio a una boa subacquea. È particolarmente importante issare la bandiera subacquea il più in alto possibile in modo che possa essere vista da lontano.

Ultimo aggiornamento 2019-12-07 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Quali tipi di bandiere subacquee sono disponibili?

bandiera subacquea alfaCi sono due bandiere subacquee riconosciute a livello internazionale. In primo luogo c’è la bandiera sub Michigan e la bandiera sub Alfa. Entrambi possono essere utilizzati, ma dipende dalle normative locali. La classica bandiera subacquea più comunemente usata è un rettangolo rosso con una linea diagonale bianca. Generalmente la bandiera viene utilizzata per avvisare le altre imbarcazioni e dovrebbe essere tenuta ad una certa distanza in quanto ci sono subacquei nelle vicinanze. La bandiera Alfa è disponibile nella versione blu-bianca. Questo indica che una barca subacquea che alza la bandiera ha subacquei in acqua. La bandiera da utilizzare varia da regione a regione. In caso di dubbio, usate entrambi o chiedete al vostro istruttore subacqueo locale.

Legislazione in Italia

In Italia, come in molti altri paesi del mondo, l’obbligo di segnalare la propria presenza sott’acqua non è unicamente dettato da motivi di buon senso, ma anche dalla legge. IL DPR n. 1639 del 2 ottobre 1968 (Decreto per l’attuazione della legge 14 luglio 1965, n. 963, sulla disciplinare della pesca in mare), a norma dell’articolo 130 stabilisce che “il subacqueo in immersione ha il dovere di segnalarsi munito di un galleggiante con una bandiera rossa con una striscia diagonale bianca visibile ad una distanza di almeno 300 metri. In caso di accompagnamento con ausili nautici, la bandiera deve essere issata sul mezzo nautico. Inoltre un subacqueo deve operare entro un raggio di 50 metri dalla verticale della nave di appoggio o del galleggiante.

Legislazione in altre regioni

In alcune regioni sono in vigore norme di legge che prescrivono da un lato la vicinanza alla bandiera e dall’altro la distanza che le altre imbarcazioni devono avere dalla bandiera.  Se non c’è un regolamento legale, è opportuno attenersi alla seguente regola empirica. Un subacqueo deve restare entro un raggio massimo di 15 metri dalla bandiera sun. Le imbarcazionbi, invece, dovrebbero rispettare una distanza di circa 30-60 metri.

I seguenti punti devono essere rispettati quando si fissa una bandiera subacquea:

La bandiera deve essere issata abbastanza in alto da permettere alle barche di vederla da lontano.

La bandiera deve essere dotata di un supporto (puntone) in modo che la bandiera rimanga esposta in assenza di vento.

La boa o il galleggiante deve avere una galleggiabilità sufficiente ed essere resistente.

Tags

Articoli correlati

leggi anche

Close
Back to top button
Close