Life StyleViaggi

Immersioni subacquee in Italia

Immersioni subaquee in Italia | i migliori siti d’immersione d’Italia

L’Italia rappresenta da decenni una delle mete più ambite da persone provenienti da tutto il mondo. Molti visitano l’Italia per la sua cultura, le spiagge e molte altre attrazioni. Ma che dire del mondo sottomarino e delle immersioni subacquee in Italia? Attualmente siamo coinvolti con la pandemia Corona e molte persone probabilmente non rischieranno di prenotare un aereo per raggiungere i siti d’immersione più lontani. Ma onestamente non è necessario. Il mondo sottomarino italiano ha molto da offrire. Relitti sommersi, una costa chilometrica, molte isole, c’è molto da scoprire. In realtà l’Italia appartiene alla categoria degli Insider.

La cosa speciale di una vacanza in Italia è che molti interessi possono essere combinati. Potete immergervi e allo stesso tempo godervi una rilassante vacanza al mare per tutta la famiglia. È possibile anche immergersi e godere di un ampio programma culturale.

La varietà immensa delle coste e del mondo sottomarino italiano

Solo per ricordarvi quanto è elevato il livello di diversità che L’italia offre agli appasionati del mondo sottomarino. A ovest abbiamo le coste rocciose e affilate che precipitano nel Mar Tirreno, a est si concentrano le spiagge sabbiose e fine dell’Adriatico. Senza dimenticare le due grandi isole della Sicilia e della Sardegna, oltre ai numerosi piccoli arcipelaghi come l’arcipelago toscano, che comprende l’isola d’Elba, l’arcipelago della Maddalena tra la Corsica e la Sardegna, e l’arcipelago campano, con le isole di Ischia e Capri. La varietà delle coste italiane è adatta a qualsiasi tipo di vacanza, soprattutto nei mesi estivi. Durante questo periodo l’acqua ha una temperatura piacevole di 21-27 gradi.

Anche sott’acqua c’è molto da scoprire. Molti dei siti attirano con scogliere rocciose profonde e grotte sottomarine, che spesso ospitano numerosi barracuda e cernie, oltre a banchi di pesci monaco e orate. Alcune delle più belle zone d’immersione d’Italia si trovano lungo la costa adriatica. Tipiche sono le ripide pareti rocciose che scendono in profondità e sono decorate con tronchi di gorgonie colorate e spugne di mare.

Nel profondo blu intenso del mare passano sciami di pesci pappagallo e pesci monaco che si radunano sulla barriera corallina. La visibilità raggiunge i 40 m. Condizioni ideali per ogni subacqueo. Adesso basta con tutte le possibilità che abbiamo a disposizione in Italia e passiamo alla cosa più importante. Dove si trovano i siti di immersione più belli d’Italia? Ecco una panoramica.

Immersioni in Sicilia

Quando si pensa alla Sicilia, la prima cosa che viene in mente è l’Etna il vulcano, Taormina e forse anche la diversità culturale. Ma immersioni? Per gli appassionati di subacquea, l’isola più grande del Mediterraneo è conosciuta al massimo come un punto di riferimento per gli addetti ai lavori. Sarebbe il momento di scoprire anche la vita sottomarina della Sicilia. La Sicilia offre agli appassionati di subacquea tutto ciò che il cuore desidera: pareti e scogliere vertiginose, grotte e relitti invitano ad immergersi e questo sia per i principianti che per gli esperti.

Come già accennato, al di là delle immersioni, la Sicilia è una meta di vacanza per tutta la famiglia come nessun’altra isola italiana, perché offre una grande varietà: dal vulcano Etna agli antichi templi romani, dalle tracce greche di Siracusa alle meravigliose spiagge della costa meridionale, ogni turista in Sicilia ottiene il massimo.

Sulle coste siciliane ci sono temperature piacevoli per fare il bagno fino alla fine dell’estate, ma da una certa profondità rimane fresco tutto l’anno. Nelle vicinanze di Taormina, a nord della costa orientale, si trovano alcune aree d’immersione. Tra ciu siti con grotte, scogliere e un punto con resti di una nave romana. A sud-est, tra il Golfo di Augusta e il Golfo di Noto, vicino a Siracusa, ci sono più di 10 siti. Ad est di Palermo c’è Porticello con aree per l’immersione in un’area protetta. Il nord-ovest di San Vito lo Capo è molto vario:

YouTube

caricando il video, accetti l'informativa sulla privacy di YouTube
scopri di più

carica il video

In totale ci sono circa 40 diversi siti di immersione: pareti ripide, scogliere, grotte e relitti, luoghi per principianti e anche per subacquei più esperti. Al largo della Sicilia, i luoghi sono per lo più raggiungibili con imbarcazioni. Ma ovunque si dovrebbe usare un computer subacqueo .La zona nord-ovest di San Vito lo Capo è molto variegata.

Immersioni subacquee in Sardegna

Sei un appassionato d’immersioni in grotte? Allora bisogna andare in Sardegna. La costa, lunga 2000 chilometri, è un consiglio per i subacquei che vogliono esplorare grotte e speleologia. Persino per i principianti si trovano in condizioni perfette. Molti siti di immersione sono composti da lava che nell’antichità si riversava in mare e creava labirinti di canali e pareti. Le pareti, alte diversi metri, sono ricoperte di vegetazione colorata e costituiscono l’habitat di numerosi organismi marini. Per esempio, cernie di notevoli dimensioni, innumerevoli barracuda mediterranei e coralli colorati possono essere ammirati a pochi metri sotto la superficie dell’acqua.

La riserva naturale intorno a Capo Caccia, a nord-ovest dell’isola, è un buon punto di partenza per scoprire se vi piace immergervi nelle grotte al buio. Qui i siti di immersione si trovano a profondità da 6 a 35 metri. In alcune grotte è possibile immergersi facilmente e orientarsi in qualsiasi momento.

YouTube

caricando il video, accetti l'informativa sulla privacy di YouTube
scopri di più

carica il video

Ma che ne dite di un bel tuffo nella Secca del Papa? Qui è possibile immergersi fino a 45 metri di profondità per ammirare la flora e la fauna inconfondibile. Attraversando numerose grotte si incontrano innumerevoli cernie giganti e gorgonie rosse e gialle. La “Secca del Papa” è giustamente considerata uno dei siti di immersione più belli d’Europa.

YouTube

caricando il video, accetti l'informativa sulla privacy di YouTube
scopri di più

carica il video

Un numero sempre maggiore di subacquei sceglie l’isola come luogo ideale per le immersioni tra i relitti. Nel sud dell’isola, nel Golfo di Cagliari, si trovano una serie di relitti in profondità che attirano sul fondale marino ambiziosi avventurieri subacquei. Sono tutte navi passeggeri, da carico o da guerra della seconda guerra mondiale, che si scontrarono con delle mine o furono affondate dai siluri dei sottomarini britannici.

Vicino a Villasimius, nella parte orientale dell’isola, si trova la scogliera con la popolazione più ricca di gorgonie rosse, ovvero la Secca di Mezzo al largo dell’isola di Cavoli. Presso la Secca di Libecco, ampi massi e formazioni rocciose hanno formato un percorso vario dove si possono incontrare cernie e murene e talvolta vedere aragoste e gronghi. Anche la Secca di Santa Caterina è ricca di risorse marine: ricciole, saraghi, orate e cernie.

YouTube

caricando il video, accetti l'informativa sulla privacy di YouTube
scopri di più

carica il video

E se non volete immergervi, la Sardegna offre anche emozionanti siti archeologici, affascinanti grotte e lagune e naturalmente l’ottima cucina sarda.

L’isola d’Elba | un gioiello per gli amanti del sub

L’isola d’Elba è una delle zone di immersione più famose d’Europa e del mondo, dato che si trovano molti punti interessanti in tutta l’isola. Inoltre da molti danni, diverse aree costiere sono state poste sotto tutela della natura, il che ha portato ad un mondo sottomarino intatto.

Per questo motivo, tra le ripide pareti transitano gorgonie rosa, anemoni a crosta gialla, pesci luna e persino branchi di tonni e calamari. Per garantire agli amanti delle immersioni una maggiore opportunità ci sono anche i relitti, che si trovano al largo dell’isola di prigione di Napoleone. A 42 metri di profondità si trova “L’Ancorone” con la sua ancora alta cinque metri, mentre “Elviscott“, affondata nel 1972, garantisce momenti emozionanti nell’azzurro infinito a soli dodici metri di profondità.

YouTube

caricando il video, accetti l'informativa sulla privacy di YouTube
scopri di più

carica il video

Da Cavo in direzione di Porto Azzurro ci sono altri bei luoghi. Nel Canale di Piombino, vicino all’isola del faro di Palmaiola, si trova la Secca del Frate. Anche qui troviamo pareti splendidamente ricoperte di gorgonie gialle. In ogni caso, le acque dell’isola sono solitamente cristalline e, sia che siate principianti o esperti, qui troverete la zona perfetta per le immersioni. Perché non ottenere il brevetto subacqueo durante le vacanze sull’ Isola d’Elba?

YouTube

caricando il video, accetti l'informativa sulla privacy di YouTube
scopri di più

carica il video

Inoltre l’isola d’Elba è relativamente grande e offre una vasta gamma di alloggi di tutte le categorie. Si può soggiornare in un hotel o trasferirsi in una pensione. Per chi preferisce le cose semplici, c’è la possibilità di fermarsi in uno dei campeggi.

Immersioni nel Mare Adriatico settentrionale

Le spiagge dell’Emilia-Romagna offrono relax e sport acquatici in abbondanza. Lo sapevate che c’è molto da vedere e da ammirare anche al di sotto della superficie dell’acqua? Immergersi nel mare Adriatico italiano vi apre un mondo nuovo, affascinante e bellissimo.

Sul litorale emiliano romagnolo si trovano alcuni dei siti subacquei più emozionanti d’Italia. L’ex piattaforma petrolifera Paguro è stata abbandonata nel 1965 dopo un’esplosione. Per quanto tragico sia lo scenario, l’attuale riserva naturale è un paradiso per i subacquei. Sulla piattaforma di perforazione si è formata una barriera corallina, sulla quale oggi si possono vedere molte specie marine diverse. Il Paguro è perfettamente raggiungibile da Rimini.

YouTube

caricando il video, accetti l'informativa sulla privacy di YouTube
scopri di più

carica il video

Opportunità per immergersi non sono solo sulla costa adriatica, ma anche nell’entroterra. Il Laghetto Standiana è un lago profondo 10 metri vicino a Ravenna, che può essere esplorato attraverso un’ immersione.

Immersioni sulla costa ligure

Ogni parte della costa italiana ha le sue peculiarità e offre la sua flora e fauna sottomarina. La Riviera italiana tra La Spezia e San Remo in Liguria è particolarmente articolata. Una riserva marina si estende al largo della costa, dove compaiono regolarmente grandi mammiferi marini come balenottere, delfini e balene pilota. Inoltre, murene, orate e anguille di mare caverneggiano anche nelle acque vicino alla costa.

Per gli appassionati di subacquea di relitti c’è un punto culminante che attende nella baia di Genova. Nel 1991 la petroliera “Amoco Milford Haven” affondò a circa una miglio e mezzo dalla costa. Il relitto si erge quasi in posizione verticale sul fondo del mare e ha l’altezza di un condominio di 18 piani. Il mega relitto ha una lunghezza di 334 metri ed è un parco giochi per i subacquei ricreativi.

YouTube

caricando il video, accetti l'informativa sulla privacy di YouTube
scopri di più

carica il video

Immerioni nel Golfo di Napoli e le isole maggiori

In qualsiasi parte del mondo è possibile immergersi. Il primo pensiero porta subito in un luogo molto lontano, come a Marsa Alam, alle Maldive o ai Caraibi in Messico.
Ciononostante in Italia, ci sono molti siti nel Golfo di Napoli  e soprattutto nei dintorni di Ischia, con una flora e fauna marina molto ricca. Inoltre le isole sono facilmente raggiungibile tramite un traghetto.

Ad Ischia a Punta Caruso che si trova sulla costa nord-occidentale dell’isola, nella baia di San Francesco, c’è un sito ideale per chi vuole intraprendere lezioni di subacquea o è in procinto di ottenere il brevetto. Il fondo sabbioso non è più profondo di 14 metri e la parete rocciosa è ricca di gorgonie. Un altro sito subacqueo ad Ischia si trova sul versante sud-est dell’isola con una parete rocciosa che in alcuni punti raggiunge i 60 metri di profondità. Lungo questo muro si possono vedere molte gorgonie rosse.

Uno dei siti d’immersione più belli e famosi del Golfo di Napoli nei pressi di Sorrento è quello della Grotta dell’Isca o Grotta di Zaffiro. La grotta si trova sotto la piccola isola d’Isca, da cui il primo nome, il secondo deriva dal colore dell’acqua al suo interno. Le profondità della grotta arrivano a circa 7/8 metri.

Un altro buon punto per immergersi nel Golfo di Napoli è la Punta Campanella, il tratto che separa il Golfo di Napoli dal Golfo di Salerno. Si chiama anche Promontorium Minervae, perché c’era un tempio dedicato a Minerva. In queste acque ci sono molti resti del periodo greco-romano, quindi il sito è molto frequentato dai subacquei.
È interessante notare che è possibile immergersi su entrambi i lati della punta. La profondità raggiunge i 40 metri.

YouTube

caricando il video, accetti l'informativa sulla privacy di YouTube
scopri di più

carica il video

Località subacquee in Calabria

Tra le zone più interessanti per le immersioni subacquee in Italia, alcune delle più belle d’Italia si trovano all’estremo sud, sulla “punta dello stivale” della regione Calabria. Appena sotto la superficie dell’acqua vi aspetta un’enorme varietà di specie, a riprova dell’habitat intatto. Il centro immersioni di Tropea e molti altri centri di immersione lungo la costa offrono escursioni subacquee nei siti di immersione più belli.

Uno dei siti di immersione più conosciuti è Capo Vaticano, che si trova di fronte alla Sicilia, nel Mar Tirreno. Polpi, murene e cernie popolano i mondi sottomarini rocciosi e i coralli a corno rosso si aggrappano al fondo roccioso. Vicino a Mantineo c’è una parete rocciosa con diversi strapiombi, popolata da una colorata flora e fauna sottomarina.

YouTube

caricando il video, accetti l'informativa sulla privacy di YouTube
scopri di più

carica il video

Mondo sottomarino pugliese

Il paesaggio sottomarino pugliese non è certamente paragonabile a quello del Mar Rosso, dell’Oceano Indiano o dei Caraibi. Ciononostante, le coste dell’Adriatico meridionale e del Mar Ionio offrono l’opportunità per alcune interessanti immersioni.

I migliori siti di immersione in Puglia si trovano vicino alle Isole Tremiti, in provincia di Foggia. Ma anche nelle province pugliesi Barletta-Andria-Trani, Bari, Brindisi, Lecce e Taranto. Particolarmente degno di nota è il profondo sud della Puglia. Il Salento e la provincia di Lecce offrono molti punti di riferimento per i subacquei abbinati ad acque spesso molto cristalline. Nella regione intorno a Porto Cesareo ci sono ad esempio oltre 40 grotte e relitti della seconda guerra mondiale da scoprire.

YouTube

caricando il video, accetti l'informativa sulla privacy di YouTube
scopri di più

carica il video

In generale, la Puglia è molto attraente per gli amici delle immersioni subacquee su relitti, perché il Mar Ionio e lo stretto di Otranto nell’Adriatico sono stati vie di navigazione importanti e molto contese durante la prima e la seconda guerra mondiale e di conseguenza molte navi mercantili e da guerra vi sono state affondate.

I laghi per immersioni più belli d’Italia

Non solo il mare offre in Italia ottimi siti per le immersioni. L’Italia è anche ricca di laghi nell’ entroterra che sono tra i più famosi al mondo. Per gli amanti del sub ci sono laghi per tutti i gusti. Dai laghi naturali, ai laghi vulcanici e laghi artificiali. C’è un’ampia scelta di laghi adatti alle immersioni con diverse profondità e visibilità. Alcuni dei laghi sono da condividere con altri appassionati di sport acquatici, altri sono più adatti ai sub.

Vorremmo farvi conoscere i più bei laghi per immersioni: alcuni si spingono particolarmente in profondità, altri offrono un mondo sottomarino insolitamente ricco e altri ancora hanno emozionanti reperti subacquei.

Lago di Garda

Il Lago di Garda rappresenta un’attrazione quasi magica per chi arriva da lontano. L’acqua cristallina che brilla al sole, mentre sullo sfondo si scorge un imponente panorama montano. I dintorni sono incantevoli con la loro rigogliosa vegetazione mediterranea di limoni, palme, uliveti e viti.
Particolarmente affascinante e misterioso è il mondo sottomarino del frequentatissimo lago nel nord Italia. Grazie ai numerosi centri subacquei sparsi lungo la riva, invita sia i principianti che i professionisti a emozionanti escursioni avventurose.

Come area diving il Lago di Garda sorprende con un mondo sottomarino versatile e incantevole. La visibilità, che di solito è molto buona, può essere intorbidita dalle alghe in estate. Pertanto, la primavera e l’autunno sono i periodi migliori per scoprire la variegata flora e fauna, le suggestive formazioni rocciose e i tesori sommersi del lago durante le immersioni.
La zona immersioni di Villa Bella a Tempesta, con una profondità massima di 18 metri, è il luogo ideale per iniziare la vostra avventura. Di una bellezza travolgente sono le baie fantastiche, le crepe spettacolari e le scogliere scoscese.

YouTube

caricando il video, accetti l'informativa sulla privacy di YouTube
scopri di più

carica il video

La Baia Azzurra, situata sulla riva nord vicino a Riva del Garda e profonda fino a 30 metri, è adatta anche per i principianti. Invece l’area immersioni Cippo di Confine, situata a nord-est vicino a Navene, è riservata ai professionisti in cerca di una sfida. La discesa fino a 40 metri di profondità è molto difficile e avventurosa.

Lago Maggiore

Non tutti gli appassionati di sport acquatici sono consapevoli del fatto che vale la pena di fare delle immersioni nel Lago Maggiore. In ogni caso, la parte a monte del Lago Maggiore e i suoi affluenti offrono ottime condizioni per immersioni variegate. In estate, il Lago Maggiore offre una visibilità fino a 20 metri con condizioni ottimali per un’immersione indimenticabile.

Sotto la superficie, ci sono spesso resti di vecchi cesna, elicotteri affondati, relitti di aerei e barche affondate. Poiché tutti questi relitti si trovano a profondità d’acqua comprese tra i sette e i 30 metri, il tour dei relitti è una buona destinazione per tutti i subacquei. Le scogliere  artificiali  sono altri siti di immersione che vale la pena di esplorare.

YouTube

caricando il video, accetti l'informativa sulla privacy di YouTube
scopri di più

carica il video

Lago di Bolsena

Il lago di origine vulcanica è il quinto lago più grande d’Italia, con una superficie di circa 115 chilometri quadrati, ed è anche uno dei più grandi laghi vulcanici d’Europa.
Al Lago di Bolsena la tutela della natura è molto importante. L’acqua del lago di Bolsena è considerata molto chiara, per questo motivo è possibile immergersi e nuotare in modo eccellente. Nelle immediate vicinanze del lago si possono visitare i resti di alcuni antichi insediamenti etruschi (Tarqinia, Vulci). A sud-est del lago si trova il piccolo borgo di Montefiascone, divenuto famoso per il suo vino bianco. Da lì si ha una vista meravigliosa sul lago.

YouTube

caricando il video, accetti l'informativa sulla privacy di YouTube
scopri di più

carica il video

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close