Wiki

Compensazione subacquea

Compensazione subacquea | effettuarla in modo corretto

Quasi tutti i subacquei, soprattutto nei settori professionistici, hanno già affrontato la compensazione subacquea. Ciò è dovuto al fatto che il sistema di livellamento della pressione gioca un ruolo importante in questa attività. In questo articolo potrete scoprire quali sono le tecniche di compensazione della pressione necessarie, come farlo, quali tecniche possono essere utilizzate, quali problemi possono verificarsi e come comportarsi. Anche su questo argomento riceverete dei suggerimenti interessanti.

Che cos’è la cosiddetta compensazione suabacquea?

Si può sostanzialmente supporre che per dieci metri di profondità abbiamo una pressione di 1 atmosfera, che influenzi il corpo umano. Questo non rappresenta un problema in quanto il corpo è costituito in gran parte da acqua e quindi la parte esterna del corpo non cambia. Ma per quanto riguarda i polmoni o le orecchie, le cose sono completamente diverse. Per proteggere queste parti del corpo umano è quindi necessario effettuare una compensazione subacquea.

Leggi anche:
Diving Reflex

Perché la compensazione della pressione è così importante durante l’immersione?

Come già accennato, è particolarmente importante proteggere l’orecchio medio durante l’immersione con una compensazione della pressione. L’aumento della pressione atmosferica esterna comprime l’aria all’interno dell’orecchio. A questo punto il timpano si gonfia verso l’interno, motivo per cui il subacqueo sente una pressione molto forte sulle orecchie. Questo può causare dolore se il timpano si espande in modo eccessivo.

compensazione sub immersione

Con la compensazione subacquea, il sommozzatore preme l’aria nell’orecchio medio. Questo permette al timpano di tornare alla sua forma originale. Il dolore si attenua e scompare. Per bilanciare la pressione è possibile utilizzare il tubo di Eustachio. Nel caso di un adulto, questo tubo ha una lunghezza non superiore ai quattro centimetri e si trova all’altezza della narice nella cavità nasofaringea.

Il tubo di Eustachio assume una forma diversa in ogni essere umano. Di conseguenza, la compensazione della pressione assume un diverso grado di difficoltà per ogni subacqueo. Con un tubo stretto di Eustachio (tromba auricolare) la compensazione della pressione dell’aria è molto difficile da effettuare e richiede quindi molta pratica. Per alcuni subacquei, la compensazione della pressione non è affatto una difficoltà. Può succedere di tanto in tanto che con una malattia, come ad esempio un raffreddore, non sia più possibile compensare la pressione, perché il tubo di Eustachio è disturbato.

Metodi di compensazione subacquea

Per quanto possibile, la compensazione della pressione dell’aria può essere esercitata con diversi metodi. I metodi più conosciuti sono la tecnica Valsalva, il metodo Frenzel e il metodo Toynbee.

Metodo di Valsalva

Questo metodo è particolarmente consigliato per i principianti, in quanto può essere eseguito in modo ottimale senza allenamenti. La compensazione subacquea viene causata dalla pressione delle narici con l’aiuto del pollice e dell’indice. Nel frattempo, è necessario espirare facilmente attraverso il naso. Le guance non devono essere gonfiate. Se si adottano queste misure, il tubo di Eustachio verrà aperto. Con questa tecnica, tuttavia, emerge uno svantaggio. A causa dell’elevato sforzo, il tessuto intorno alla tuba di Eustachio può gonfiarsi. Questo può portare ad un calo della pressione sanguigna.

Metodo Frenzel

Poiché questa tecnica è molto più difficile da eseguire, è opportuno praticarla in anticipo. Questo può essere fatto, ad esempio, davanti a uno specchio. Con il metodo Frenzel, immaginate di voler sollevare un peso pesante. Poi le narici vengono compresse con il pollice e l’indice. Nel frattempo il suono “Kö” viene emesso. Questo suono spinge automaticamente la laringe verso l’alto. I vantaggi del metodo Frenzel sono che la respirazione non viene interrotta e il trasporto del sangue al cuore non viene compromesso.

Tecnica Toynbee

Mentre la narice è compressa, è necessario deglutire. La pressione dei muscoli del collo può aprire il tubo di Eustachio. Poiché l’inalazione di tale aria secca può disturbare il processo di deglutizione, questo metodo è difficilmente adatto ai principianti. Il subacqueo deve anche cogliere il momento giusto, motivo per cui il metodo può essere utilizzato solo quando si scende lentamente.

Cosa succede se la compensazione subacquea viene effettuata in modo errato?

In assenza di una compensazione sub, l’orecchio medio può subire un barotrauma. A parte questo, il timpano può danneggiarsi. L’acqua può poi entrare nell’orecchio medio e interno. Questo può portare a una vertigine rotatoria. Il subacqueo non ha più orientamento e può farsi prendere dal panico velocemente. Se si verifica un’ascesa incontrollata, si può arrivare ad un barotrauma del polmone che mette in pericolo la vita. Ciò è dovuto al fatto che l’espirazione non può avvenire correttamente con una ascesa incontrollata.

Consigli per aiutare a progettare in modo ottimale il bilanciamento della pressione?

I seguenti suggerimenti saranno particolarmente utili per coloro che hanno in generale delle difficoltà con la compensazione subacquea.

  • Tubo Eustachio allungato: Prima di iniziare l’immersione, il tuba di Eustachio andrebbe teso. Questo può essere fatto utilizzando il metodo Frenzel o la tecnica Valsalva.
  • Spesso e tempestivamente: la compensazione della pressione dovrebbe essere effettuata frequentemente e in anticipo. Un subacqueo non deve attendere  il primo dolore o l’alta pressione.
  • Discesa lenta: la discesa dovrebbe essere rallentata per controllare sempre la pressione sulle orecchie.
  • Piedi per primi: Fondamentalmente, si dovrebbe scendere con i piedi per primi per facilitare il livellamento della pressione.
  • Arresto Deco: Piccoli fermi, in cui la pressione viene controllata ripetutamente, possono essere di grande aiuto.
  • Utilizzare alternative: se un metodo non funziona completamente, si dovrebbe usare un’altra tecnica.
  • Evitare determinati prodotti alimentari:  se avete problemi generali con la compensazione subacquea, dovreste astenervi dal mangiare cibi che formano muco qualche giorno prima dell’immersione.
  • Bere molto: per ottenere un migliore equilibrio di pressione, ogni subacqueo dovrebbe bere molta acqua.
Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close